(Parte 3) We a Matera e Castelmezzano con Volo dell’Angelo

(Parte 3) We a Matera e Castelmezzano con Volo dell’Angelo

(Parte 3) We a Matera e Castelmezzano con Volo dell’Angelo

81
0

Domenica 12 novembre 2017

CASTELMEZZANO / PIETRAPERTOSA / VOLO DELL’ANGELO

Sveglia alle 08.00.

Fuori una giornata di sole.

Cielo pulito, limpido con delle montagne coloratissime sullo sfondo.

Una visione del genere fa sparire ogni sorta d’ansia!!!

Snapseed

Faccio colazione con un bel succo di frutta, delle fette biscottate con marmellata, la torta di mele e un buon caffè.

Vado in biglietteria (poco distante dal B&B) per presentare il coupon acquistato ed ufficializzare il volo.

La ragazza in ufficio smarca il mio nome e mi invita a salire sulla bilancia. Cavolooooo, la bilancia nooooo… la bilancia è mia nemica!!!

La rotella comincia a girare e la lancetta va a fermarsi sul numero 94 (vestito ovviamente, con lo zainetto in spalla e la macchinetta fotografica in mano) ooooooooh cavoloooooo però so sempre NOVANTAQUATTRO!!!

Sulla bilancia dopo di me sale anche Tanya (la mia compagna di volo)… gira la ruota anche lei e la lancetta va a fermarsi sui 57,5 kg (vestita pure lei eeeh – tengo a precisarlo perché non è mai bello stuzzicare l’orgoglio femminile… potrebbe essere deleterio per l’umanità intera).

La ragazza dell’accoglienza ci dice “…mmmmmmmmh pesate troppo, non va bene, così non potete volare!!!” (il volo in coppia può essere fatto solo con un peso complessivo di kg 150 e la differenza tra i due aspiranti angeli non deve superare i 40 kg. L’esperienza costa € 70,00 (due persone) e prevede un volo di andata e uno di ritorno ovviamente con linee differenti in quanto ognuna di loro sfrutta la forza di gravità per lo spostamento. Il partecipante può scegliere la partenza del suo primo volo).

CALMA E SANGUE FREDDO!!!

Tanya decide di lasciare la sua macchinetta fotografica (tanto è una Nikon e nessuno la rimpiangerà) mentre la mia stupenda Canon finisce nel suo zaino a fare peso.

Rifacciamo la “pesa” e questa volta l’antipatica bilancia segna CENTOCINQUANTA precisi.

POSSIAMO VOLARE!!!

Dietro di noi altri due ragazzi pugliesi. Lei molto preoccupata. Soffre di vertigini ma nonostante tutto ha voluto regalare l’esperienza al suo fidanzato. “Impanicata” ma coraggiosa!!!

Finita la procedura di iscrizione ci si avvia verso le navette (parcheggiate nel piazzale vicino la mia autovettura). Nonostante sulla lista ci fossero più di cento persone iscritte alle 10.30 eravamo solo in 4.

Raggiunta la navetta, saliamo sopra per poi scendere una decina di minuti dopo davanti ad un piazzale con una chiesetta. Lo staff ci indica un sentiero da prendere e percorrere a piedi fino alla fine (partenza del volo da Castelmezzano).

IMG_5894

Dopo trenta minuti di molte salite e pochissime discese… eravamo sul cucuzzolo della montagna.

Uno spettacolo unico. Panorama mozzafiato. Giornata eccezionale.

SHIYE5704

All’arrivo troviamo tre persone dello staff che ci danno il “buongiorno”. Noi tutti mezzi sfiancati rispondiamo al saluto.

La prima cosa che ci dicono è quella di riposarci un po’ e rilassarci per prendere confidenza con l’altezza (eravamo davvero alti, sopra di noi il nulla). Vedere quella rampa di lancio e quel filo sospeso nel vuoto non ci rassicurava molto.

KQTKE6371

Parliamo un po’ di tutto, gira e ti rigira siamo addirittura arrivati alla descrizione della vera ricetta delle Olive all’Ascolana ahahhahahahahahahaha

Chiacchierando scopro che l’attrazione è alla sua 11^ stagione e da allora sono stati eseguiti oltre 400.000 voli. Nel periodo estivo riescono a fare anche 400 voli al giorno. Raramente (ma a volte capita) che qualche partecipante rimane bloccato a metà volo.

AHAHAHAHAHAHAHHAAH (rido pe’ non piagne).

Questo può capitare quando la persona che sta volando è troppo leggera e il vento contrario disturba la discesa. Io ero fuori pericolo. Il nostro peso complessivo era al limite. Il tipo dello STAFF ridendo dice “con te avremo il problema contrario… sarà difficile fermarti all’arrivo”.

Vabbe’ ci siamo, quasi pronti per volare.

Andiamo nella casetta di legno vicina per indossare il caschetto e l’imbragatura per essere agganciati alla fune.

Ci avviciniamo alla rampa di lancio e saliamo sopra.

DPFIE4508

Due dello staff cominciano a legarci invitandoci a sdraiarci contemporaneamente in posizione prona. Dopo questa operazione eravamo ormai sospesi e legati alla fune. Sotto e davanti a noi il burrone. Da questo momento in poi ogni ripensamento sarebbe stato vano. Legati come due salami.

Mmmmmmmmmmmmh… guardo sotto e davanti a me… mmmmmmmh… montagne, boschi e tanta tanta altezza (l’angioletto si ripresenta ma stranito lo mando via)

STAFF << Siete pronti???>>>

NOI << Nooooooooooooooo>>

STAFF << Buon voloooooo>> …e con una bella spinta ci lanciavano di sotto

NOI << Aaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh>>

Qualche secondo di “panico” vista l’altezza e le valli sottostanti ma subito dopo grande PIACERE!!!

Il volo dura all’incirca 1 minuto e 10 secondi. Si raggiunge una velocità massima di 110 km/h. Ma vi assicuro che il tempo è abbastanza lungo per godersi il panorama e la velocità non è così assurda da mettere paura o stimolare le budella.

“Pian piano” ci avvicinavamo sempre più alla stazione di arrivo di Pietrapertosa che era proprio davanti a noi. Il mio peso era al limite ma il sistema di frenaggio ha fatto bene il suo lavoro.

ARRIVATI SANI, SALVI E CON UNA ESPERIENZA IN PIU’

Una volta fermi i ragazzi dello staff ci aiutano ad alzarci e si assicurano che fosse tutto ok. La nostra risposta ovviamente affermativa.

Ci avviciniamo alla casetta di legno per togliere l’imbragatura e il caschetto.

Un altro ragazzo ci chiede se vogliamo la foto ricordo del volo.

Il prezzo è di 1 foto a € 5,00 mentre 4 scatti € 8,00.

Crepi l’avarizia scelgo la soluzione da € 8,00 (si campa una volta sola e poi perchè non sostenere chi ci permette di fare questo tipo di esperienze?).

IMG_6175

Mi fanno scrivere l’indirizzo email e dopo pochi minuti avevo le foto nella gallery del mio telefono.

Un’altra navetta ci portava al centro storico di Pietrapertosa.

Prendiamo due caffè e due bottigliette d’acqua (economici € 2,80).

EZYKE0112

Il volo di ritorno era previsto per le 15.30 in quanto avevamo deciso di pranzare a Pietrapertosa. Con molta calma girovaghiamo per il paesello… due chiacchiere con una vecchietta che era stata in Svizzera… visita alla chiesa locale e subito dopo al Castello diroccato e custodito dei Pietrapertosa.

WOTHE7613

Snapseed 3

VFYAE0844

Entrare al castello costa € 3,00 a persona. Sono “solo rocce” e passerelle ma con un panorama da togliere il fiato.

Finita la visita al castello sulla discesa troviamo la rampa del nostro secondo volo.

Chiediamo allo staff se possiamo anticiparlo e loro ci rispondono di si con molto piacere visto che le condizioni meteo stavano cambiando rapidamente.

Stessa procedura… imbracatura… caschetto… allaccio… “buon volo”… e giù come missili in direzione Castelmezzano!!!

Questa volta, consapevoli di cosa fosse il volo, abbiamo goduto in pieno dell’emozione che ci stava dando… l’unica differenza (sempre dovuta alla mia panza) che siamo arrivati a bomba nella stazione di arrivo mettendo a dura prova il sistema di frenaggio.

Passeggiatina fino al centro storico. Pranzo di nuovo a Peperusko e subito a prendere le valigie presso LA PERLA NELLE DOLOMITI che gentilmente avevano custodite fino alla partenza.

Con tanta adrenalina in corpo finiva questa strepitosa avventura in Basilicata!!! Una sola promessa fatta… TORNERO’ SICURAMENTE!!!

L’articolo è stato letto 81 volte

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi